PASSAGGI DI STATO

EDUARDO LUONGO

Napoli | 1991  

Sotterranei

Ex Monastero dei Benedettini 

Il sotterraneo è il luogo in cui le cose vengono nascoste, celate come segreti da custodire nella profondità. Luogo in cui tempo e spazio si annullano. Luogo meditativo e di speranza. Ciò che si manifesta è solo la memoria di un passaggio, visibile in una parentesi non tangibile. 

Un passaggio dal profondo spessore religioso, culturale, artistico e spirituale che ancora oggi sembra quasi non esistere perché non più vissuto dalla collettività.

L’intervento suggerisce alla memoria visiva dello spettatore l’idea di un passaggio: fisico\materico, dato dalla presenza di tracce che riconducono ad un’attività umana passata, e concettuale poiché attraverso i cunicoli di questi sotterranei si ha una sorta di visione, la sensazione - anche sonora - di essere all’interno di buchi neri, spazi\non spazi carichi di fascino e mistero, luoghi dall’antichissima memoria senza tempo.

Il sotterraneo come idea di uno spazio che ormai non appartiene al nostro quotidiano ma che vale la pena riscoprire e riadattare alle esigenze del contemporaneo.