NICOLA TINEO

Militello in Val di Catania | 1988

La poetica espressiva dell'artista punta su una fortissima urgenza comunicativa che lo porta al rifiuto di prospettive individualistiche, estetizzanti e decadenti e all'esaltazione del valore pubblico, terapeutico e collettivo del linguaggio artisticoInfatti nelle sue opere crea ibridi a metà tra il suono installazione e pittura;

le sue installazioni diventano veri e propri set

che occupano fisicamente lo spazio e circondano lo spettatore cercando di renderlo attore protagonista. nascita e morte, spiritualità, classicismo religioso questi sono i poli tra i quali il senso poetico di un'intera opera che sa sempre presentarsi in modo semplice, diretto,  personalissima  sintesi simbolica. Un processo di identificazione che crea le condizioni per indirizzare lo spettatore verso una riflessione ormai insolita e non frivolo dell'essere umano.