SITU

CONTEMPORARY SACRED REPRESENTATIONS

L'associazione culturale Zona Blu con base a Milano, in collaborazione con l'associazione culturale Macchia e il comune di Militello val di Catania ha presentato nel 2020 la prima edizione del ciclo espositivo “Situ”, che vede coinvolte le prestigiose strutture architettoniche, nonché patrimonio dell’Unesco, presenti nel territorio militellese.
Il progetto nasce dall’idea di rivalutare un luogo sacro come particolare spazio visivo rielaborandolo attraverso il linguaggio dell’arte contemporanea, la cui sensibilità compositiva si instaura all'interno di uno spazio "altro" pieno di vissuto e con un suo forte linguaggio estetico, alternativo al comune canone espositivo.
Situ si sviluppa a partire dal concetto di 'site specific' o 'in situ', termini usati per indicare degli interventi espositivi e installativi in un particolare spazio dato. Situ abbraccia i molteplici linguaggi artistici quali pittura, performance, istallazioni, scultura, video art, proiezioni e talk .
Gli artisti coinvolti in questo dialogo sono Nicola Tineo, Raffaele Greco e Francesco Kalivaci che, in questa particolare occasione, occuperanno l’auditorium di S.Domenico e la Chiesa del Santissimo Sacramento al Circolo con opere realizzate al servizio di questi due luoghi.
Nicola tineo presenta il progetto 'Contemporary sacred rapresentation', una reinterpretazione in chiave contemporanea di alcune tematiche della tradizione sacro-cristiana; ad accompagnarlo vi saranno le sculture e i dipinti dell’artista Francesco Kalivaci.
All’interno della Chiesa del Santissimo Sacramento al Circolo avrà luogo il progetto espositivo 'Storie di consorterie terracquose al limine di un luogo rettangolo' di Raffaele Greco, il quale elabora una riflessione a partire dal concetto di nomadismo e l’effetto che tale movimento determina sui luoghi e sullo spazio intesi come forme dell’immaginario.
L'evento sarà arricchito dalla performancee sonora 'Trasposizioni teologiche' e dalla proiezioni del docufilm 'Quiescienza'.